TERAPIE CELLULARI AVANZATE

Terapie cellulari avanzate

Gli ambiti clinici in cui è possibile operare con tali terapie sono molteplici:

Prodotti antitumorali a base di cellule

Utilizzo consolidato o sperimentato: Linfociti espansi in vitro con funzione antitumorale, in grado di riconoscere antigeni tumore – associati (es. WT-1, NY-ESO 1) dopo opportuna stimolazione in vitro.

Linfociti autologhi associati con la massa tumorale (TILs) stimolati in vitro con fattori di crescita allo scopo di indurre il superamento dell’anergia indotte dalle cellule tumorali stesse.

Cellule dendritiche (DC ) espanse per immunoterapie caricate (pulsate) con gli antigeni d’interesse. La popolazione viene quindi iniettata in modo che raggiunga i linfonodi della zona d’interesse e che funga da stimolo alla reazione linfocitaria in vitro.

Prodotti antivirali a base di cellule

Utilizzo consolidato o sperimentato: Linfociti selezionati per la loro attività citolitica specifica utilizzati come profilassi antivirale contro agenti infettivi quali CMV, EBV e ADV .

Cellule ematopoietiche espanse in vitro a partire dai loro progenitori permette di coprire la fase di neutropenia in attesa del recupero da parte delle cellule staminali trapiantate.

Terapie cellulare nel trattamento della malattia coronarica

Utilizzo consolidato o sperimentato: Iniezione intramiocardiaca di cellule mononucleate autologhe, derivate da midollo in pazienti con angina pectoris ed ischemia ed ischemia miocardica oppure dopo infarto del miocardio.

Pelle espansa in vitro per trattamenti di ustioni estese e ulcere croniche

Utilizzo consolidato o sperimentato: Cheratinociti cresciuti su un substrato biodegradabile; progenitori epiteliali e fibroblasti di origine autologa, ma anche allogenica, amplificati in vitro fino ad ottenere dei nuovi lembi di pelle da innestare nel ricevente.

Cartilagini artificiali per riparazioni articolari o per ricostruzione dopo traumi

Utilizzo consolidato o sperimentato: Condrociti espansi o cellule mesenchimali purificate, talvolta incluse in matrici biologiche , a volte a base di acido ialuronico, inserite in situ per la riparazione del tessuto danneggiato o della lesione articolare.

Prodotti per la rigenerazione di tessuti ossei

Utilizzo consolidato o sperimentato: Preparazioni di osso liofilizzato ricoperto di osteoblasti autologhi coltivati in vitro ed inglobati in gel biologico finalizzati alla rigenerazione del tessuto osseo in sostituzione di all’applicazione di ferri di sostegno e riduzione dei tempi di saldatura ossea.

Prodotti per la ricostruzione della cornea

Utilizzo consolidato o sperimentato: Amplificazione in vitro delle poche staminali epiteliali residue in ottenute da una cornea lesionata e successivo impianto e ricostruzione del tessuto.

Terapie cellulari avanzate e loro ambiti clinici.